Ultim'ora

Ortigia, un sabato “sregolato” post lockdown: folla e gente senza mascherine. La pandemia non fa più paura?

Siracusa- Sabato post lockdown davvero “sregolato”, quello di ieri, in Ortigia e nell’ area della sua Marina, prese letteralmente d’assalto, in particolare da gruppi di giovani.

C ‘erano, diversi, adulti, però, tra quelle persone che non rispettano il distanziamento sociale, che non indossano le mascherine, che creano assembramenti, che vivono ignorando l’esperienza negativa del recente passato segnato dalla morte di migliaia di persone e come se non dovessimo preservare il domani.

Quelle scattate ieri sono scene che fanno indignare chi, invece, sa meglio gestire il “libero artbitrio”e dimostra nei fatti rispetto per la vita propria e degli altri.

I controlli? Ci sarebbero, ma forse in questa fase risultano insufficienti. Ieri, infatti sul posto, in prossimità degli esercizi di somministrazione, c’erano anche gli agenti della Polizia Municipale, che come ci conferma il comandante Vincenzo Miccoli, in “Questa fase di transizione stanno mantenendo alta la soglia di attenzione e della comunicazione per meglio far recepire e rispettare le prescrizioni”.

La gente però sembra aver dimenticato la “chiusura forzata” e la “privazione della libertà” a cui tutti siamo sottoposti e che pesano sulle nostre teste come una spada di Damocle che non va, non deve, essere ignorata. Ci è stata data l’opportunità di dimostrare maturità civica, ma dalle immagini che Vi proponiamo qualcuno forse non ha capito che la soglia dei contagi si è quasi azzerata ,in tante zone d’Italia, proprio perchè i contatti tra persone sono stati evitati, mentre ora ci si immerge nella bolgia, anche senza dispositivi di protezione, mettendo a rischio se stessi e gli altri. E se le curve si rialzeranno poi di chi sarà la colpa? Il divertimento è sacrosanto, ma si può stare “vicini da lontano”. Questa frase è diventata un tormentone dall’inizio dello scorso marzo, l’abbiamo vista sventolare sulle lenzuola appese sulle ringhiere dei balconi, nei video Tik Tok di persone di ogni età, nelle bacheche dei social e negli spot televisivi ed invece oggi viene vanificata da certi comportamenti di “massa”.

Maggiori controlli, osservando le immagini degli assembramenti, ha invocato anche l’ex assessore alle Attività produttive del Comune di Siracusa Dario Tota, che dalla sua pagina Facebook ha invitato l’amministrazione a implementare la presenza della Polizia municipale sulle strade e negli esercizi commerciali, in particolare, in quelli all’aperto,dove la situazione può sfuggire pià facilmente di mano.

Il vero antidoto a questa pandemia, bisogna ricordare, rimane la responsabilità di ognuno di noi…Le regole essenziali da rispettare sono poche e non è difficile sacrificarsi un pò oggi per rimanere sani e liberi a lungo.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4597 Articoli
Giornalista