L’Udc si riorganizza anche nel Siracusano. “Partiamo dalla risoluzione dei problemi reali della gente”

Siracusa- L’UDC siciliana si riorganizza per rilanciare il progetto politico e redigere il programma in base alle criticità ed alle esigenze del territorio isolano.

Ieri riunione operativa a Siracusa, con l’intervento del coordinatore regionale Decio Terrana. Lo stesso ha sottolineato, come in balia dell’onda del populismo, i valori dell’UDC si distinguono per radicarsi in valori che mettono al centro l’uomo e non fanno leva sul malcontento della gente con slogan, che poi difficilmente portano alla soluzione dei problemi reali che la gente deve affrontare ogni giorno. Il coordinatore regionale si è soffermato a parlare della questione del “caro-voli” portata avanti anche a livello nazionale dall’UDC, che lederebbe il principio di continuità territoriale che va garantito con tariffe aeree, almeno per i collegamenti con tutti i principali aeroporti italiani, che non superino le 50 euro, essendo le altre forme di mobilità penalizzate in tutto il Meridione, dalle infrastrutture fatiscenti alle linee ferroviarie mai ammodernate.

Priorità per Fabio Messina, coordinatore cittadino è quella di aprire un dialogo costruttivo con tutte le forze politiche del territorio, per giungere ad una linea comune per risolvere i problemi, anche alla luce dello scioglimento a Siracusa del Consiglio comunale.

Messina ha affrontato anche il tema della “fuga del capitale umano di giovani” dal territorio siciliano. ” Troppi miei coetanei- spiega il giovane architetto- sono stati costretti a lasciare affetti ed amici per andare a cercare un’opportunità di autonomia economica, quando invece tali opportunità vanno offerte a casa”.

Mascia Quadarella

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail