Ultim'ora

“Salviamo la Tonnara di Santa Panagia”, l’appello di Vinciullo

Siracusa- Torna a parlare del presente e del futuro, ancora “vergognosamente” incerto, della Tonnara di Santa Panagia, l’ex deputato regionale Vincenzo Vinciullo.

Una struttura del passato glorioso, di una Siracusa dalla fiorente attività marinara, lasciata per troppi anni in balia di se stessa e dei tentativi falliti di recupero, sopravvissuta, comunque, all’azione delle maree ed anche ai ritardi “istituzionali”.

Il politico siracusano torna a rivendicare il completamento dei lavori di restauro e riqualificazione del sito, chiamando in causa la Regione Siciliana, e sperando di trovare un interlocutore più attento e interessato nel nuovo soprintendente ai beni culturali di Siracusa.

“Ritorno sull’argomento- scrive Vinciullo- ricordando che le risorse esistono, che devono essere spese al più presto e che sull’argomento ho presentato nel 2013 l’interrogazione parlamentare n.1168, nel 2016 l’interrogazione parlamentare n.2029 e nel 2017 l’interrogazione parlamentare n.4432 alle quali l’Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana aveva risposto assicurando l’inizio dei lavori, ma sono passati 8 anni dalla prima interrogazione e i lavori non sono ancora iniziati”.

“Non avendo ottenuto alcuna risposta dal nuovo assessore- continua Vinciullo- mi rivolgo al futuro soprintendente di Siracusa, chiedendo un suo intervento provvidenziale per risolvere i problemi legati alla ricostruzione della nostra Tonnara”.


Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4905 Articoli
Giornalista