Ultim'ora

Lo sciopero della fame di Fulvio Frisone: “I fondi per la mia assistenza non bastano”

Catania- “Senza i fondi necessari alla mia assistenza non posso farcela! Le risorse previste, dalla legge regionale del 19 maggio 2005 n. 5 art. 29, per la mia assistenza socio-sanitaria e destinate a favorire anche il mio lavoro di ricerca si assottigliano, di anno in anno, e risultano insufficienti”.

Questa è la sintesi dello sfogo-appello postato sulla propria bacheca Facebook, qualche giorno fa, dal fisico nucleare siciliano Fulvio Frisone, 55 anni, affetto da tetraparesi spastica distonica sin dalla nascita.

Un quadro clinico complicato quello dello scienziato catanese che non ha intaccato, però, la voglia e le sue straordinarie capacità di “fare scienza”.

Nonostante la disabilità severa, che richiede un’assistenza qualificata h 24, per ottenere la quale una lunga battaglia ingaggiò la madre Lucia, un “ciclone” umano, che è riuscita ad abbattere con amore e determinazione barriere e pregiudizi, i suoi studi e le relative pubblicazioni sulla “Fusione fredda” , infatti, hanno fatto il giro del mondo.

Oggi Frisone torna a chiedere che i suoi diritti vengano garantiti e che gli impegni istituzionali presi nei suoi confronti siano rispettati, senza sconti arbitrari.

Le sue rimostranze, con tanto di giustificativi, le indirizza al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per conoscenza, e al governatore regionale Nello Musumeci.

“Con circa 67 mila euro- scrive Fulvio Frisone- nel tracciare una sorta di personale bilancio economico-finanziario- come devo agire? Devo: pagare i contributi Inps; l’eventuale liquidazione, il commercialista per essere in regola; gli strumenti per l’assistenza igienica personale. Inoltre per la gestione della mia attività lavorativa devo pagare manutenzione del sito, costi di dominio, etc”

“Quando vengo invitato a conferenze in giro per l’Italia- sottolinea Fulvio- ad esempio devo viaggiare accompagnato dagli operatori che mi assistono, e devo sostenere per loro le spese di viaggio, trasporto, vitto e alloggio. Tutto questo, purtroppo- conclude amaramente Fulvio- perché non posso abbottonarmi da solo nemmeno i pantaloni!”.

Per sensibilizzare il presidente della Regione, la Giunta e anche tutti i parlamentari Frisone, da due giorni, ha dichiarato lo sciopero della fame. Una decisione che potrebbe compromettere le sue condizioni di salute, tanto che il popolo dei social, sebbene indignato per le progressive riduzioni degli stanziamenti, ha invitato il ricercatore a sospendere l’iniziativa di protesta.

La biografia di Fulvio- ricordiamo- ha raggiunto nel 2007 il grande pubblico quando è stata raccontata nel film “Il Figlio della Luna”, con Lunetta Savino, nei panni di mamma Lucia.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4905 Articoli
Giornalista