Ultim'ora

Dipendenti Comune Pachino stipendi in ritardo, Scerra annuncia incontro con Mef

Pachino- “Il M5S è al lavoro per risolvere la crisi che da anni investe il Comune di Pachino”. A dirlo è Filippo Scerra, deputato nazionale del Movimento 5 Stelle che, nella giornata del 5 giugno scorso, aveva partecipato in videoconferenza da Roma a un tavolo tecnico indetto dalla Prefettura a cui erano presenti anche le parti sociali.  

“Il mio ringraziamento e del M5S va al prefetto Giusi Scaduto che venerdì scorso ha organizzato una  videoconferenza con le parti sociali, mostrandosi da sempre molto attenta a recepire tutte le istanze del territorio e a ricercare le possibili soluzioni. È impensabile – prosegue – che i lavoratori vivano questo periodo di totale incertezza per quanto riguarda la corresponsione degli stipendi e proprio per questo mi sono attivato in prima persona per porre la questione all’attenzione del Ministero dell’Economia e delle Finanze.”  

A oggi i lavoratori del Comune di Pachino, commissariato ormai quasi un anno fa, devono ancora ricevere la mensilità di marzo, ma già da tempo lamentano e hanno protestato per il ritardo nel recepimento delle spettanze. “Un plauso – ancora Scerra – va ai Commissari prefettizi che hanno ereditato la gestione di un Comune con un pesante squilibrio strutturale di bilancio, e che stanno facendo quanto possibile nonostante la grave situazione. I sindacati – spiega il vicepresidente del gruppo parlamentare alla Camera –  hanno chiesto alla deputazione Regionale e Nazionale un supporto fattivo e tutti ci siamo messi a disposizione.”  

Il Parlamentare ricorda come il Governo nazionale abbia dato risposte a tutti gli enti locali in difficoltà per l’emergenza Covid. Infatti, nel decreto Rilancio, in questi giorni in Commissione alla Camera, è stato istituito un fondo da 3,5 miliardi per il 2020, destinato ad assicurare ai Comuni le risorse necessarie per l’espletamento delle funzioni fondamentali. “Inoltre – dice ancora – è stata sancita una convenzione tra Mef e Cassa Depositi e Prestiti per il pagamento dei debiti degli Enti territoriali verso imprese ed altri creditori della pubblica amministrazione ed è stata infine data la possibilità per gli enti di rinegoziare o sospendere i mutui. Tuttavia sono consapevole del fatto che questi provvedimenti non siano sufficienti per un riequilibrio dei conti disastrosi del comune di Pachino, per questo ho pensato che la strada maestra possa essere quella di un tavolo al Ministero dell’Economia, in cui analizzare in maniera dettagliata e specifica il bilancio e ricercare delle soluzioni che devono essere strutturali e sostenibili.” 

Un appuntamento che è già stato fissato per la prossima settimana. “Ho avuto conferma stamane – dice Scerra -, che lunedì prossimo 15 giugno, ci sarà un primo incontro in videoconferenza tra Commissione Prefettizia e Mef, con la presenza del viceministro Castelli, salvo impegni imprevisti per il Decreto rilancio, su cui tutto il Governo ed il Parlamento sono focalizzati in questi giorni.  

Sono consapevole del fatto che la situazione dei conti del Comune di Pachino non può risolversi in un giorno – conclude -, ma posso dire che questo deve essere l’inizio di un percorso che potrà ridare ai lavoratori la certezza di poter percepire ogni mese il frutto del proprio lavoro.” 

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4714 Articoli
Giornalista