Ultim'ora

Noto, assistenza h24 interrotta a disabile grave, lo sfogo costruttivo del padre

Noto- Passano le settimane ma una soluzione alla scopertura dell’assistenza domiciliare h 24 al quindicenne di Noto Sergio Parentignoti non è stata ancora trovata. Il caso, ormai, è conosciuto dall’opinione pubblica, che mostra indignazione su tutti i canali social e solidarietà verso i combattivi genitori.

Poche ore fa l’Asp di Siracusa ha diramato un comunicato stampa con alcune precisazioni sulla vicenda, ma il padre dell’adolescente disabile grave torna a mettere i puntini sulle I, scrivendo alla nostra redazione. Nel paragrafo sottostante vi proponiamo il suo sfogo, così come giunto al nostro numero Whatsapp:

“Spett.le Oranews,

sono Giovanni Parentignoti, papà di Sergio, il bambino disabile gravissimo senza assistenza. Ho letto le dichiarazioni del dottor Consiglio e terrei a precisare quanto segue:

È verissimo che col dottor Consiglio siamo in sintonia per ripristinare quanto di diritto del bambino, ovvero assistenza infermieristica h24.
È vero che l’Asp ha contattato una cooperativa che si è messa a disposizione per ripristinare il tutto, è vero che è comunque stato chiesto a noi genitori di reperire gli infermieri per poter ripartire col servizio.
È vero che la problematica Covid ha scoperchiato qualcosa che comunque era nell’aria già da tempo, quando da marzo si era già ridotto il personale infermieristico e tramite mail mettevamo Asp e assessore in allerta su tutto.


Si è dovuti, però, arrivare allo sfascio e all’abbandono del paziente, a varie denunce giornalistiche ed esposti , per muovere qualcosa che vede comunque in primo piano l’impegno di noi genitori, chiamati a reperire in prima persona le risorse professionali necessarie.


La cooperativa attuale- s’interroga Giovanni Parentignoti- seppur in piena carenza di organico, per ragioni magari non ascrivibili alla stessa, può continuare, nonostante le sopravvenute condizioni che ne limitano l’operatività a pieno regime, almeno nel nostro caso, il servizio, così come previsto nel patto di cura sottoscritto? Dobbiamo attendere per avere la giusta assistenza, qualitatitavemente e quantitativamente, una nuova gara d’appalto? Mentre il tempo passa, noi rimaniamo di fatto da soli.
Si potrebbe attuare un piano di assunzione anche in deroga, tramite assunzioni straordinarie,si potrebbe contribuire sul piano finanziario, ad assumere anche a tempo determinato, viste le straordinarie esigenze, infermieri anche a partita Iva tramite accredito diretto col distretto socio-sanitario, si potrebbero stornare fondi destinati ad altre attività per destinarli all’assistenza di disabili cronici.
Il “mostro burocratico”, quindi, a mio avviso, esiste, come dice il Sindacato autonomo di polizia; esistono priorità di intervento tramite ad esempio gli items previsti dalla legge 328/2000, legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali, esiste la legge 104/92, esistono storni di bilancio che i comuni potrebbero fare per l’assistenza ai disabili gravissimi.
Ripeto che esiste un ottimo rapporto con il dottor Consiglio e assieme stiamo analizzando le possibilità di risoluzione, ma da parte dell’istituzione Asp di Siracusa non percepiamo nessuna concreta risposta invece se non quella di dirci che eventualmente c’è disponibilità di altra cooperativa se troviamo noi gli infermieri.
Esistono neo laureati e sindacati che l’Asp potrebbe interrogare per reperire infermieri ma siamo rimasti veramente interessati io, il dottor Consiglio, la chiesa che sta cercando anche lei personale tramite annunci e alcune personalità politiche che stanno cercando di smuovere questa situazione che rischia di essere stagnante. Ma non possiamo consentirlo, c’è di mezzo la salute e il benessere nostro e della nostra intera famiglia. Quando l’ente pubblico affida un servizio a realtà esterne deve vigilare attentamente sulla loro efficienza a garanzia del servizio offerto”.

Il padre di Sergio

Giovanni Parentignoti

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4859 Articoli
Giornalista