“Fermiamo l’inquinamento a Siracusa”, Patti consegna al ministro Costa la petizione con 175 mila firme

Catania- Consegnata, al ministro dell’Ambiente Sergio Costa, questa mattina nella sede della Regione Siciliana a Catania, la petizione sottoscritta da 175.000 cittadini per fermare l’inquinamento nel quadrilatero industriale di Siracusa, Melilli, Augusta e Priolo, lanciata a gennaio da Giuseppe Patti su Change.org (change.org/siracusa).

Durante l’incontro, il Ministro Costa ha sollecitato la trasmissione dei dati inquinanti da parte della Regione Sicilia all’ISPRA, al fine di aggiornare il catasto inquinanti, come richiesto dai sostenitori della petizione. 

Inoltre, l’assessore regionale all’ambiente Totò Cordaro e il presidente della Regione Nello Musumeci hanno comunicato che, a breve, sarà implementato il monitoraggio della qualità dell’aria nella zona industriale oggetto della campagna, rispondendo a un’altra delle richieste dei firmatari. II promotore della petizione ha inoltre chiesto all’Assessore alla Salute Ruggero Razza i dati relativi alle esenzioni 048, al fine di individuare il numero di malati di tumore nella Provincia attraverso il loro incrocio con quelli relativi al registro tumori. 

L’autore della petizione ha proposto di avviare un workshop europeo di progettazione per raccogliere idee al fine di realizzare una transizione ecologica unita alle bonifiche nel quadrilatero industriale di Priolo, Augusta, Melilli e Siracusa, anche con il coinvolgimento di Change.org.

La campagna, lanciata a gennaio, in poche settimane aveva attirato l’attenzione dei media locali e nazionali; nei mesi, ha raccolto il sostegno di tanti abitanti della zona e del resto d’Italia, portando la tematica all’attenzione dello stesso Ministro.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail