Ultim'ora

Canicattini Bagni, fiaccolata intinta nel silenzio e colorata di rosso in memoria di Laura Petrolito

Canicattini Bagni- Una fiaccolata intinta nel silenzio e colorata di rosso, simbolo cromatico del femminicidio, quella organizzata questa sera a Canicattini Bagni. Qui il silenzio  urla più di ogni parola, la rabbia è  muta e straziante,  fa male come il dolore che accomuna i presenti. Domani sarà primavera, ma qui è pieno inverno.  Il freddo è  penetrante, anche le temperature esprimono  il gelo sceso qualche giorno fa sulla piccola comunità del siracusano alla notizia dell’uccisione, barbara, spietata, ingiustificabile, di Lauretta Petrolito, ventenne, mamma  di due bambini in tenera età,  finita per mano di quello che credeva l’amore che avrebbe riscattato la sua vita, dalle tante sofferenze subite.   Volti stanchi, visi solcati da lacrime che si cercano di celare, ma che scendono giù, dignitose e composte, caratterizzano quel fiume umano che confluisce man mano verso la Chiesa Madre, in Piazza XX Settembre.

Mamme, nonne, bambini, papà, nonne, insegnanti, fabbri, contadini, amministratori, uomini in divisa, autorità