Ultim'ora

Il ballerino siracusano Alis Bianca stasera dalle 21.20 in “Ricomincio da Raitre”

Siracusa- Alis Bianca, il ballerino siracusano “acrobatico”, maestro di Break-dance, il cui talento, da qualche anno, ha ricevuto il giusto riconoscimento negli ambienti dello spettacolo nazionale, questa sera, a partire dalle 21.20, sarà tra i protagonisti dell’ultima delle 4 puntate del programma “Ricomincio da Raitre”.

Un format che ha consentito al pubblico da casa di godere delle produzioni teatrali, “dal vivo” prima della pandemia, offrendo la giusta visibilità agli artisti e alle compagnie, che stanno vivendo un periodo di “oscurantismo” per la sospensione delle attività sine die. Condizione che ha messo in ginocchio il fondante indotto culturale e ricreativo del nostro Paese.

Alis farà parte del cast dello spettacolo “Ho perso il filo”, che vede come protagonista l’attrice Angela Finocchiaro, chiamata come una contemporanea Teseo, più che Arianna di cui consegna solo il gomitolo di lana, ad uno spettatore seduto in prima fila creando interazione, a percorrere il labirinto della “vita”, con le sue insidie, i suoi ostacoli, le sue paure, ma anche i traguardi e le vittorie che non regala, ma lascia conquistare con fatica.

Alis fa parte delle creature mitologiche che l’accompagnano nei meandri che conducono al Minotauro.

Il ballerino siracusano ha dimostrato determinazione nell’affrontare il suo percorso professionale, non rinunciando quando è a Siracusa, sua città Natale, ad esibirsi sul selciato della Cattedrale, o sopra il parcheggio Talete. La sua di danza, d’altronde, è la danza dei ragazzi “di strada”, quelli che per emergere devono lottare, scalare, affidandosi solo alle proprie forze, alle proprie capacità, a dure sessioni di allenamento e a qualche felice concessione del destino.

Alis ha realizzato una fetta della grande torta delle sue ambizioni, calcando palcoscenici importanti, come quelli del Sistina di Roma.

“Calcare le scene del Sistina – ammette, facendo trasparire tra le fossette che incorniciano i sorrisi di compiacimento timidamente accennati sul suo volto da bravo ragazzo cresciuto in fretta- per me ha rappresentato davvero tanto. È stata una bella sensazione ritornare in scena dopo tanti mesi di stop. Trovarmi lì per me è stato un grande onore.

” Da questa esperienza ho imparato tanto- dice-. Rimango convinto del fatto che l’arte non può essere fermata da niente e nessuno. Bisogna credere sempre nei propri sogni, senza mai mollare, perché tutti i sacrifici che ho fatto e che continuo a fare giorno dopo giorno vengono ripagati. Non smetterò mai di credere in me stesso soprattutto nei momenti più bui, perché è da questi che ho sempre trovato la forza di continuare e non fermarmi mai. Anzi quando devo affrontare maggiori difficoltà mi spingo sempre di più a dare il massimo, continuando a credere che la danza sia davvero il mio presente e il mio futuro, sul quale spendermi, investire”.

“Per me e molti artisti emergenti, ma anche affermati – sottolinea Alis- questo lockdown è stato uno dei momenti più tristi della nostra carriera. Forse si ignora il fatto che oltre ad essere una passione per molti di noi la nostra “arte” è anche l’unica fonte di guadagno”.

Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4803 Articoli
Giornalista