Contrada Isola, tra fogna, fango e buche

La zona costiera abitata tutte le stazioni nel degrado

Siracusa –  Fogna, fango e profonde voragini sull’asfalto, in cui liquami e detriti si depositano, creando putridi acquitrini in pieno centro abitato. E’ questa la situazione in cui verserebbe, eccetto qualche giorno di tregua, la zona di contrada Isola, abitata tutto l’anno da centinaia di famiglie e in cui insistono diversi esercizi pubblici, pregiudicati dalle precarie condizioni igienico-sanitarie .

 

“Gli sversamenti che generano insopportabili olezzi e in estate attraggono ratti e insetti – denuncia Danilo Russo, residente della zona e presidente del “Movimento popolare artigiani e commercianti di Siracusa “- vengono prontamente segnalati alla ditta che gestisce il servizio e alla Polizia Municipale, ma dopo qualche intervento tampone, siamo punto e a capo”. Il manto stradale completamente divelto in alcuni punti, in particolare nel tratto che va da via delle Fornaci alla Maddalena, lascia intravedere le logore condotte da cui escono i liquami. O forse è proprio perché è saltato lo strato di asfalto che tali condotte si rompono determinando le fuoriuscite, che avvengono anche dai tombini”.
” Bisognerebbe – chiede Russo- agire subito, sistemare le strade, sanare le falle e ripristinare le condizioni di vivibilità, che così vengono a mancare. Il manto viscido che si crea- spiega- rende sdrucciolevole la strada, che ricordiamo viene percorsa più volte a giorno da cittadini, tra cui anziani e bambini”. ” Chiedo all’amministrazione- conclude Russo- e alla ditta che gestisce i servizi fognari di provvedere a trovare una soluzione definitiva al problema”. ” Non è certo  questa la via per riqualificare e rilanciare le zone costiere e favorire gli insediamenti commerciali”.

Mascia Quadarella

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

CircaMascia Quadarella

Giornalista Contatta:Website | Facebook | Altri articoli

X