Ultim'ora

Mercatino di Natale in via Tisia, i siracusani non hanno molti soldi da spendere, ma apprezzano le strenne “fatte a mano”

Siracusa- Tira aria di festa nel quartiere di Akradina, in particolare tra le trafficate via Tisia, via dell’Olimpiade e in Largo Dicone, strade ai margini delle quali si sta svolgendo il tradizionale mercatino natalizio inaugurato una settimana fa e che rimarrà allestito fino al prossimo 24 dicembre, con la sua ventina di casette in legno, che creano atmosfera. Nonostante i tentativi di rianimare il commercio locale, promuovendo queste iniziative rionali, si prospetta un Natale di discreti consumi per i siracusani. Il dato, non molto confortante per gli addetti ai lavori che pensavano di far quadrare i conti durante le festività, è emerso da un breve sondaggio condotto tra acquirenti e venditori.
L’indagine volta a capire cosa gli aretusei metteranno sotto l’albero di Natale, ha riconfermato che irrinunciabili rimangono i doni per i più piccoli. “Tendo a risparmiare di più per gli adulti – dice Francesco, in vacanza a Siracusa, proprio in occasione del Natale – ma di certo per i bambini non baderei a spese. Del resto, il Natale è una festa dedicata a loro. Trovo che anche a Siracusa i mercatini natalizi – continua – siano un’ iniziativa piacevole, e non solo per avere l’occasione di comprare gli oggetti fatti a mano , ma per il gusto di incontrare altra gente che magari si conosce proprio curiosando tra gli espositori”. “In realtà – spiega Tiziana – sotto l’albero vorrei mettere soltanto tanti valori, e niente che richiami il senso della materialità consumistica, nella quale siamo da troppo tempo immersi. Non sono gli oggetti a riempire le mancanze che sente la gente. Di questi tempi non spenderei affatto molto denaro in regali, pure per questo motivo”. Intanto, Emanuela si lascia sfuggire un’opinione sull’organizzazione del mercatino della zona alta della città: “Il mercatino natalizio è una cosa piacevole, ma c’è il rovescio della medaglia, dato che i casotti sono posizionati sopra i posteggi riservati alle automobili vengono sottratti stalli utili a rimanere in zona e questo comporta un certo disagio. In compenso – prosegue con un sorriso – grazie a questa iniziativa si respira più facilmente l’atmosfera natalizia”. I siracusani si preparano, quindi, ad affrontare il Natale tenendo a bada l’istinto irrefrenabile di fare shopping, sedandolo col buonsenso e volgendo un pensiero anche a chi non avrà molto da scartare quest’anno. I prodotti artigianali, comunque, risultano molto apprezzati, per la loro originalità e i loro prezzi contenuti, un po’ a portata delle tasche di tutti…anche di quelle semi-vuote.
Cinzia Giddio

tutor. Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4915 Articoli
Giornalista