Ultim'ora

Nettezza urbana, il comitato pro-Arenella elenca i disservizi

Siracusa- La stagione calda è alle porte e il Comitato Pro-Arenella mette le mani avanti in vista dell’esodo verso le aree balneari, ricordando all’amministrazione comunale di Siracusa e all’azienda che si occupa della nettezza urbana in città, che l’area va tenuta in debita considerazione, garantendo quei servizi previsti, programmati e ancora mai erogati, a scapito dei residenti stanziali.

A fare la lista delle omissioni è il presidente Alessandro Caia, che denuncia: “Nessuna isola ecologica, meritevole di questa definizione, è stata collocata sui luoghi (solamente il cambio di colore dei cassoni) e nessun servizio di derattizzazione e disinfestazione è stato realizzato se pur previsto da contratto. Nessuna strada facente parte dell’elenco allegato al Capitolato speciale d’appalto è stata oggetto di interventi diserbo e spazzamento”.
Sottolineando che le periferie costiere, oramai da anni, non ospitano soltanto le residenze estive dei siracusani, ma quelle fisse, il presidente Caia stila l’elenco delle azioni dovute nel territorio e non ancora garantite: “Svuotamento regolare delle isole ecologiche e dei cassonetti dell’indifferenziata nonché dell’area circostante; calendarizzazione dei servizi di pulizia, lavaggio e disinfestazione dei cassonetti; diserbo e spazzamento delle strade ; disinfestazione delle aree; derattizzazione; pulizia coste e spiagge; Servizio porta a porta dedicato agli sfalci sottodimensionato”.
Facendo tesoro delle “brutte esperienze” delle stagioni estive trascorse, il presidente avanza dei suggerimenti, che dovrebbero divenire piano d’azione da attuare nell’immediato
Caia scrive: “Servirebbero: l’introduzione di un servizio a cassone itinerante (2 volte al mese) per la raccolta degli sfalci; la ridefinizione del numero di cassonetti; l’installazione di cassonetti dedicati alla carta ed escrementi di animali”.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4634 Articoli
Giornalista