Ultim'ora

I piccoli alunni delle classi dell’Infanzia del Capuana hanno chiuso l’anno scolastico “Sportivamente”

Siracusa- “Siamo qui per stare insieme, non per gareggiare”. Con queste parole ha esordito lo scorso venerdì pomeriggio Giusy, una delle maestre di scuola dell’infanzia del plesso Luigi Capuana, dove si è svolta la manifestazione di fine anno scolastico. Un evento all’insegna di momenti di gioia e di crescita “civica” per adulti e bambini, voluta dalle insegnanti che hanno tenuto a battesimo il progetto didattico intitolato “Sportiva… mente”, con l’obiettivo di far comprendere ai piccoli studenti e ai loro genitori il concetto di rispetto, di se stessi e degli altri, seguendo regole che sono alla base dello sport sano. Il gioco è stato veicolo di valori applicabili alle diverse circostanze della vita di tutti i giorni. Vincente anche la formula delle mini-olimpiadi, senza trascurare i giochi di gruppo,  o di cortile.

La manifestazione, curata nel dettaglio, è iniziata con un’ allegra parata: i bambini hanno sfilato in jeans e maglietta bianca, con il sottofondo musicale della Marcia di Radetzky.

Alla composta comitiva di piccini si sono uniti un gruppo di genitori, a rappresentanza delle principali forze di polizia e militari, rendendo “solenne” l’iniziativa.

Non è mancato l’alzabandiera, e la successiva accensione della fiaccola olimpica, accompagnato dal coro di soavi voci infantili cimentatesi con l’Inno di Mameli. Dopo l’esibizione ginnica dei piccoli, gli adulti si sono amichevolmente sfidati in gare come il tiro alla fune e il gioco del fazzoletto.

Sembra essere ben chiaro il messaggio che le docenti hanno voluto trasmettere sia ai piccoli che ai loro familiari: “ La crescita armonica di mente e corpo dei nostri alunni è per noi maestre molto importante, e vogliamo che avvenga nel rispetto delle regole per la normale convivenza dei cittadini di domani. Come ha affermato la maestra Rossella.

“In realtà questo tipo di progetto è andato di pari passo ad uno collaterale che ha riguardato l’educazione alimentare dei più piccini”, ha spiegato  la maestra Francesca”.

Tutto questo è stato possibile – ha sottolineato- attuando incontri settimanali pomeridiani già dal mese di settembre. In questi incontri i nostri alunni sono stati coinvolti in esercizi di psicomotricità, sessioni seguite da merende biologiche, a base di alimenti genuini come marmellate, frutta, oppure pane e olio”.

Cinzia Giddio

tutor Mascia Quadarella

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4803 Articoli
Giornalista