Ultim'ora

“Periferie sicure”, obiettivo perseguito con l‘operazione dei Carabinieri nelle aree degradate del siracusano

Siracusa – Obiettivo sicurezza perseguito fino in  fondo dai Carabinieri della provincia di  Siracusa, che oggi hanno concluso l’operazione straordinaria “Periferie sicure”, così denominata perché l’attività di contrasto allo  spaccio di stupefacenti ed alle  irregolarità commerciali,  simultaneamente deterrente e sanzionatoria,  si è concentrata nelle aree decentrate di diversi comuni, sia della zona sud sia di quella più a nord, del territorio aretuseo.

Tra Siracusa, Noto, Augusta, Avola, Priolo Gargallo, Lentini e Pachino, sono stati impiegati oltre 350 militari dell’Arma del Comando provinciale, affiancati dagli uomini dei reparti speciali quali: il Nas di Ragusa, il Nucleo Ispettorato del lavoro, il Nucleo cinofili e la Compagnia di Intervento Operativo, che hanno fatto sentire la loro presenza nelle zone marginali, spesso in balia del degrado e della delinquenza.

Nel corso del servizio, disposto dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, sono stati controllati: oltre 1500 persone; più di 1000 automezzi, di cui quasi venti sottoposti a sequestro; oltre 80 attività commerciali.

Nell’ambito del contrasto allo spaccio di stupefacenti e dei reati comuni, sono state tratte in arresto 13 persone e denunciate altre 18, con il sequestro di più di 120 grammi di droga e due armi detenute illegalmente.

Nell’ambito dell’attività di antiabusivismo commerciale, sono state elevate 11 sanzioni amministrative, tra occupazioni abusive del suolo pubblico, mancata autorizzazione alla pubblicità, vendite ambulanti abusive e precarie condizione igienico-sanitarie in alcuni esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. 2 attività sono state sottoposte a sospensione.

Inoltre, sono state individuate due discariche abusive, con il conseguente sequestro delle aree.

Rimpatriate, con foglio di via obbligatorio, quattro persone dedite alla prostituzione.

Applicato a Siracusa  il Regolamento di Polizia Urbana che prevede il successivo provvedimento del DASPO urbano nei confronti di tre parcheggiatori abusivi.

Print Friendly, PDF & Email
Mascia Quadarella
Informazioni su Mascia Quadarella 4915 Articoli
Giornalista